CARA ME STESSA

Sorgente: CARA ME STESSA

Annunci

PARLANDO CON I NEOAUSTRALIANI

Volevo solamente mettere in evidenza un sito che ho scovato navigando un po’ nella rete. Non è un sito molto conosciuto perchè gli argomenti che tratta non sono molto seguiti in Italia, non perchè non siano interessanti, anzi, ma semplicemente, a mio parere, non vengono divulgati sufficientemente e rimangono spesso nell’ombra.

Ma tornando al nostro sito che pala di…(rullo di tamburi): ingegneria biomedica.

E qui molti si chiederanno che cosa possa essere questa disciplina dal nome tanto bizzarro quanto affascinate. Bhe è “è quel ramo ingegneristico che utilizza le metodologie e le tecnologie proprie dell’ingegneria al fine di comprendere, formalizzare e risolvere problemi di interesse medicobiologico“, così cita la mia best friend Wikipedia.

Non c’è nulla da preoccuparsi, nemmeno io fino a due mesi fa sapevo nulla a riguardo, ma chi me la rivelò fu il fidanzato di una ragazza che vive nel mio stesso paesello di provincia, amica e eternamente grata a mio padre per averla aiutata a intraprendere la difficile laurea in ingegneria civile, settore idraulica. Questa splendida ragazza non aveva affatto problemi a scuola, era sempre stata sopra alla media della sua classe all’ITIS Da Vinci a Portogruaro e coltivava il sogno di studiare in un’università, al contrario di quello che il padre e il fratello volevano per lei e cioè che rimanesse a casa a svolgere le faccende domestiche che le donne dovrebbero fare. Che idiozia. Sta di fatto che lei, la mia eroina, fu talmente determinata da studiare tutto il programma di matematica del liceo che non le era stato insegnato nel suo istituto e, cosa più importante, era andata contro al padre chiedendo aiuto al mio. Lei è una persona meravigliosa e ho avuto la fortuna di conoscerla meglio proprio quel venti agosto di due mesi fa quando con il suo ragazzo sono venuti a trovarci e a riferirci che sarebbero andati a lavorare in Australia a breve, dove gli avrebbero pagato la casa e tutto quello di cui una coppia a bisogno per stabilirsi con tranquillità.

Il suo fidanzato, anche lui una persona stupenda, fa lo “smanettone” e si è laureato in ingegneria elettronica a Padova. Alla classica domanda: “Che cosa vuoi fare da grande?” vedendo la mia confusione mi accennò a varie facoltà. Una di queste era proprio ingegneria biomedica, nuova e fresca secondo il suo giudizio.

Mi affascinò all’istante e decisi di approfondire l’argomento. E che posto dove farlo se non sul caro vecchio internet?

E così trovai Ingegneria Biomedica.org una comunità italiana di ingegneri biomedici che pubblicano alcuni articoli online su di un blog. Ma siccome non ero soddisfatta delle notizie che trovavo perchè erano sempre vecchie di un mese minimo (come tutte le cose che vengono pubblicate in Italia) ne trovai uno degli States(Neuroscientist News)altrettanto carino che vi invito caldamente a visitare, giusto per rimanere aggiornati e certamente anche rimanere piacevolmente sorpresi dalle nuove tecnologie che gli ingegneri brevettano ogni giorno.

VOGLIA D’ESTATE

Ed eccoci qua. Stesso periodo e stessa storia: la voglia d’estate ci colpisce tutti solo come una pallonata bella forte può fare. Anche io purtroppo non sono da meno. Ora che le giornate sono soleggiate cerco avidamente quel raggio di sole che entra dalla finestra la mattina e illumina gli alberelli di casa. Lo cerco durante il giorno, andando a scuola quando entra nei finestrini del treno. Adoro la sua delicatezza e la pallida sensazione d’estate che dona e che aumenta la mia bizzarra e condivisa voglia.

Per consolarci ecco delle foto dell’estate che sta ci auguriamo arrivi al più presto

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

RELAZIONE DI BIOLOGIA

Streptococcus 3

TITOLO: OSSERVAZIONE MICROSCOPICA A FRESCO DI BATTERI

PRESENTI IN UN CAMPIONE DI YOUGURT

NOME: Ada                                      COGNOME: Leonelli                         CLASSE: 2^A                    DATA: 02/03/2015

IN GRUPPO CON: Donatella Ventoruzzo, Daniel Lizzotte

OBIETTIVI:

  •  creare un vetrino per esaminarlo al microscopio
  • imparare ad utilizzare il microscopio

  • osservare i batteri dello yogurt al microscopio

MATERIALI: ansa, provetta, pipetta pasteur, vetrino, vetrino coprioggetto

STRUMENTI: microscopio

SOSTANZE: yougurt, acqua

PROCEDIMENTO OPERATIVO:

  • prelevare con l’ansa una piccola quantità di campione (yogurt)
  • trasferire campione in una provetta contenente per metà di acqua
  • agitare la provetta finchè l’acqua non si intorbidisce
  • lasciare a temperatura ambiente per qualche minuto
  • prelevare con pipetta pasteur una goccia di sospensione
  • depositarla al centro del vetrino
  • coprire la goccia con il vetrino coprioggetto inclinandolo di 45° sul lato sinistro della goccia, trascinarla per distenderla sul vetrino e coprirla
  • osservare il vetrino al microscopio

OSSERVAZIONI E CONCLUSIONI: si può affermare che l’esperimento è riuscito con successo; infatti, osservando il vetrino al microscopio si sono visti i piccoli batteri dello yogurt, simili a puntini grigiastri sullo sfondo bianco del vetrino.

La notte degli Oscar

Inanzitutto ci tenevo a precisare che cosa sia questo famosissimo premio Oscar di cui tutti straparlano negli ultimi giorni. E chi può spiegare e documentarvi al meglio se non la nostra vecchia e adorata Wikipedia?

Oscar-2015

L’87ª edizione della cerimonia degli Oscar si è tenuta al Dolby Theatre di Los Angeles il 22 febbraio 2015. A condurre la serata è stato scelto per la prima volta Neil Patrick Harris.

A trasmettere la cerimonia negli Stati Uniti d’America è stato ancora il network ABC. La cerimonia è stata trasmessa in Italia da Sky Cinema Oscar e, per la prima volta in chiaro, anche da Cielo.

Il primo spot della cerimonia viene diffuso il 25 dicembre 2014 dal canale ufficiale YouTube dell’Academy.

Le candidature sono state annunciate il 15 gennaio 2015. Per la prima volta, in questa edizione, le nomination sono state annunciate tutte in conferenza stampa, mentre nelle passate edizioni solo le dieci categorie più importanti venivano annunciate in diretta tv e le restanti tredici erano diffuse con un comunicato cartaceo dall’Academy. L’annuncio viene diviso in due turni, il primo (Miglior film d’animazione, Miglior documentario, Miglior corto documentario, Miglior montaggio, Miglior canzone originale, Miglior scenografia, Miglior corto animato, Miglior cortometraggio, Miglior montaggio sonoro, Migliori effetti sonori e Migliori effetti speciali) viene fatto da J. J. Abramse Alfonso Cuarón, mentre il secondo turno di candidature (Miglior attore, Miglior attrice, Miglior attore non protagonista, Miglior attrice non protagonista, Miglior fotografia, Migliori costumi, Miglior regia, Miglior film straniero, Miglior trucco, Miglior colonna sonora, Miglior sceneggiatura non originale, Miglior sceneggiatura e Miglior film) viene annunciato da Chris Pine e Cheryl Boone Isaacs, presidente dell’Academy.

I film che hanno ricevuto più candidature, nove, sono stati Birdman e Grand Budapest Hotel. Gli stessi film risultano i vincitori di più Oscar, portandone a casa entrambi quattro.

Un breve riassunto qui su CoomingSoon

TUTTI I PREMI

Miglior film: Birdman
Miglior regia: Alejandro González Iñárritu
Miglior attore protaginista: Eddie Redmayne
Miglior attrice protagonista: Julianne Moore
Miglior attore non protagonista: J.K. Simmons
Miglior attrice non protagonista: Patricia Arquette
Miglior sceneggiatura originale: Birdman
Miglior sceneggiatura non originale: The Imitation Game
Miglior film straniero: Ida (Polonia)
Miglior film d’animazione: Big Hero 6
Miglior fotografia: Birdman
Miglior scenografia: Grand Budapest Hotel
Miglior montaggio: Whiplash

Miglior colonna sonora: Grand Budapest Hotel
Miglior canzone: “Glory” di Jhon Legend da “Selma”
Miglior effetti speciali: Interstellar
Miglior sonoro: American Sniper
Miglior montaggio sonoro: Whiplash
Miglior costumi: Milena Canonero (Grand Budapest Hotel)
Miglior trucco: Grand Budapest Hotel
Miglior documentario: CitizenFour
Miglior corto documentario: Crisis Hotline: Veterans Press 1

Miglior corto: The Phone Call
Miglior corto d’animazione: FEAST

I “Best moments” dei discorsi dei vincitori degli Oscar

Ornithorhynchidae

Gli Ornitorinchidi sono una famiglia di mammiferi ovipari appartenenti, assieme ai Tachiglossidi, all’ordine dei Monotremi e rappresentati da un’unica specie vivente: l’ornitorinco (Ornithorhynchus anatinus).

La famiglia viene suddivisa in due generi, di cui uno conosciuto soltanto allo stato fossile:

Altri due generi fossili molto antichi, Steropodon e Teinolophos, anche se considerati filogeneticamente vicini alla famiglia, non rientrano al suo interno.